Alle Sei Blog

Ve lo dico alle sei/ Pensioni, più soluzioni flessibili per persone adulte

Saremo chiamati ad una faticosa ma possibile conciliazione tra le esigenze di umanizzazione del sistema previdenziale e quelle di stabilità della finanza pubblica che incorporano quelle di sostenibilità del rapporto tra contribuzioni e prestazioni nel lungo periodo. La ricerca delle soluzioni dovrà essere sobria perché richiederà la continua stima degli oneri senza generare aspettative impraticabili o timori infondati. In particolare, si dovranno evitare ragioni di conflitto tra diverse categorie di lavoratori o pensionati. La flessibilità dovrà essere costruita utilizzando i due pilastri e rendendo più agevole l’integrazione tra di essi. Così come vi dovrà essere una particolare attenzione alle donne e più in generale alle persone già adulte all’atto di approvazione della legge Fornero. Le soluzioni potranno riguardare tanto un accesso moderatamente anticipato alla pensione quanto l’ipotesi di prestazioni e contribuzioni nei tre, quattro anni che precedono l’età di pensione distribuendone il carico tra i datori di lavoro e lo Stato. Dovremo insomma costruire un pacchetto di misure dedicate alla sicurezza sociale delle persone che corrono il rischio di non avere né reddito né pensione.

Potrebbero interessarti anche
Ve lo dico alle sei/ Le dimissioni del Ministro Lupi
Una buona soluzione per rilanciare l’apprendistato che piace a tutti, se è per i figli degli altri.
Ve lo dico alle sei/ Art. 18: contesa ridicola perché reintegrazione ancora possibile

Scrivi il tuo commento

Commento*

Nome*
Sito

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.