Alle Sei

Ve lo dico alle sei/ OCSE, dopo la fase degli incentivi ridurre strutturalmente il costo indiretto del lavoro

La rilevazione dell’Ocse conferma l’abnorme dimensione del cuneo fiscale e contributivo sui redditi da lavoro in Italia. Superata la fase di straordinaria incentivazione del contratto a tempo indeterminato, si tratta ora di prevedere la riduzione strutturale del costo indiretto di tutti i rapporti di lavoro agendo tanto sui contributi quanto sulle tasse. In particolare, occorre rimuovere la penalizzazione della parte aggiuntiva di salario che il lavoratore realizza attraverso lo “straordinario” o i premi aziendali in conseguenza delle applicazione delle aliquote marginali. La stessa detassazione del salario secondo l’aliquota definitiva del 10 per cento dovrebbe diventare strutturale in modo da offrire certezze tanto ai lavoratori quando alle imprese incoraggiando gli incrementi di produttività e i comportamenti che li consentono.

Potrebbero interessarti anche
Ve lo dico alle sei/ Lavoro, no incentivi, meglio riduzione strutturale costo indiretto
Ve lo dico alle sei/ Governo, Union act per smontare regole sovrabbondanti rispetto a direttive UE
Ve lo dico alle sei/Lavoro: pacchetto Macron ben oltre jobs act e copia art.8 italiano.
1 Commento
  • Giorgio Gragnaniello
    15 Aprile 2016 at 11:11
    Reply

    Come si concilia il Lavoro Straordinario-a prescindere dalla questione delle aliquote marginali-con la disciplina UE,recepita dall’ Italia , del riposo minimo a casa di 11 ore ?Nel Pubblico (SSN)ciò di fatto ha già bloccato il ricorso allo straordinario.

Scrivi il tuo commento

Commento*

Nome*
Sito

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.