Ambiente e territorio Blog consulente consulente risponde Contratti di lavoro Economia Fare impresa Italia Mercato del lavoro Varie

Rapporti di lavoro “DOC” con l’asseverazione

“L’accordo sottoscritto tra il Ministro del lavoro e la Presidente del consiglio nazionale dell’ordine dei consulenti del lavoro rappresenta un atto coerente con la linea che Alfano ha proposto per tutte le professioni ordinistiche. L’esperienza ci dice che molte attività di pubblico interesse possono essere svolte più efficacemente e tempestivamente dalle professioni cui riconosciamo una terzietà in quanto ancorate non solo alla legge ma anche a criteri deontologici vigilati dai rispettivi ordini”. Così Maurizio Sacconi , presidente della Comissione Lavoro del Senato, commenta il protocollo oggi sottoscritto dalla Presidente dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro Marina Calderone e dal Ministro del Lavoro Prof. Enrico Giovannini. “Significativo è il caso dei consulenti del lavoro – prosegue Sacconi – che con l’intesa odierna, attraverso la loro fondazione studi, possono asseverare la regolarità contributiva e contrattuale dell’impresa come già svolgono funzioni di certificazione della libera volontà delle parti nel contratto di lavoro. E’ questa una via concreta alla semplificazione e alla sburocratizzazione – conclude Sacconi – che può essere estesa, come prevede il disegno di legge a mia prima firma, a molte altre funzioni e a molte altre professioni”.

Pubblichiamo il testo del comunicato stampa diffuso dll’Ordine dei consulenti, nonchè lo stesso Protocollo d’Intesa.

RAPPORTI DI LAVORO “DOC” CON L’ASSEVERAZIONE

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha stipulato un Protocollo d’Intesa con l’Ordine dei Consulenti del lavoro per l’asseverazione della regolarità delle imprese in materia di contribuzione e di retribuzione.

Lo scopo della convenzione è lo sviluppo e la diffusione della cultura della legalità nonché la semplificazione degli adempimenti a carico delle imprese.

L’accordo è stato firmato oggi 15 gennaio dal Ministro del Lavoro Enrico Giovannini e dal presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro Marina Calderone.

L’asseverazione, denominata ASSE.CO., verrà rilasciata dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro, anche per il tramite della propria Fondazione Studi.

Consentirà di certificare la regolarità rispetto a lavoro minorile, orario di lavoro, contratti collettivi, obblighi contributivi e pagamento della retribuzione, relativi al lavoro subordinato e parasubordinato instaurati dai datori di lavoro.

In tal modo si otterrà una importantissima e tangibile semplificazione degli adempimenti a carico dei datori di lavoro e la garanzia della regolarità certificata dai consulenti del lavoro, professionisti iscritto all’Ordine. Ai quali il legislatore ha già assegnato negli ultimi anni un ruolo sussidiario affidando loro altre funzioni pubbliche, come la certificazione dei contratti di lavoro, l’intermediazione, la selezione, la conciliazione e l’arbitrato.

La ASSE.CO. , rilasciata esclusivamente su istanza volontaria del datore di lavoro, avrà validità annuale e prevede idonee verifiche quadrimestrali rivolte a constatare il permanere delle condizioni di regolarità.

La convenzione prevede l’applicazione del regime sanzionatorio disciplinare e penale nel caso di falsa attestazione.

L’elenco dei datori di lavoro che otterranno l’ASSE.CO. sarà pubblicato sul sito dello stesso Consiglio Nazionale e del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e sarà liberamente consultabile.

***

Di seguito anche il testo del Protocollo d’Intesa tra Ministero e CNO

Potrebbero interessarti anche
Il Jobs Act approda oggi in Aula alla Camera
ILO: ammontano a 150 milioni i migranti nella forza lavoro globale
Abbandonare il 1988

Scrivi il tuo commento

Commento*

Nome*
Sito

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.