Alle Sei

Ve lo dico alle sei/ Scioperi: Commissione Garanzia chiede comunicazione anticipata adesione individuale.

La relazione del presidente della Commissione di Garanzia è largamente condivisibile perché segnala l’esigenza di una riforma della vigente regolazione soprattutto con riferimento all’obiettivo di una migliore tutela degli utenti dei servizi di trasporto. Al di là di soglie minime di consenso per la proclamazione dello sciopero e della attuazione dei criteri di rappresentatività, e’ fondamentale garantire agli utenti una piena informazione sui servizi funzionanti. La Commissione sposa la tesi della comunicazione anticipata della adesione individuale e della revoca collettiva così da consentire la programmazione e informazione circa i servizi. Utili infine le indicazioni per un maggiore potere di conciliazione ex ante della stessa Commissione.

Continua a leggere
Il commento Industria 4.0

La sfida per scuole e Governo di industria 4.0

Domani si terrà a Roma il primo evento, di una serie di incontri organizzati dal Ministro Poletti, dedicato al tema della trasformazione del lavoro connessa alla diffusione dell’automazione e della digitalizzazione. L’iniziativa sarà una preziosa occasione per incontrare diverse realtà e per aprire una finestra di confronto sulle transizioni e i cambiamenti nel mondo del lavoro, a partire da quattro pilastri individuati dall’Ilo (lavoro e società; organizzazione del lavoro e della produzione; lavoro dignitoso per tutti; governance del lavoro) ai quali il ministero del Lavoro ne ha aggiunto, opportunamente, un altro: i giovani.

Continua a leggere
Alle Sei

Ve lo dico alle sei/ Scioperi: Pd ferma iter leggi di riforma

Si conferma faticoso il percorso dei disegni di legge rivolti a contemperare in modo più efficace il diritto allo sciopero con quello alla mobilità. Nella odierna seduta congiunta delle Commissioni lavoro e affari costituzionali del Senato il gruppo del Pd ha contestato la ripresa dell’esame dei ddl e chiesto il rinvio della trattazione. La riunione era stata convocata dai due Presidenti in relazione alle dichiarazioni con cui il ministro Del Rio aveva sollecitato una riforma della regolazione su iniziativa parlamentare segnalando come i lavori si fossero interrotti da mesi. Sembrano insomma permanere nel Pd le ragioni di questa lunga fase sospensiva nonostante il venerdì nero dei trasporti abbia dimostrato come piccole organizzazioni sindacali possano, con il solo effetto annuncio, paralizzare i mezzi di trasporto nel pieno della stagione turistica. Auguriamoci un tempestivo ripensamento del Partito democratico.

Continua a leggere
Lavoro 4.0 Senato

Lavoro 4.0: l’audizione dell’International Labour Organization (ILO)

Continuano le audizioni in Senato sull’affare assegnato concernente l’Impatto sul mercato del lavoro della quarta rivoluzione industriale (n. 974).  Nella seduta di oggi è stato ascoltato Gianni RosasDirettore dell’International Labour Organization dell’ONU per l’Italia e San Marino.

Potete consultare l’intervento e le memorie depositate ai link a seguire.

Continua a leggere
Alle Sei

Ve lo dico alle sei/ Scioperi: domani riprende esame ddl per maggiore tutela utenti trasporti

Domani pomeriggio riprende presso le Commissioni Lavoro e Affari Costituzionali l’esame dei ddl di riforma del diritto di sciopero nei servizi di trasporto. Si dovrebbe concludere così la fase della discussione generale cui seguiranno le repliche dei relatori e del governo e la presentazione del testo unificato con la conseguente possibilità di presentare emendamenti. Se governo e maggioranza confermano il loro interesse ad una maggiore tutela degli utenti, sarà possibile approvare un testo delega in tempi brevi. Decisive saranno le disposizioni utili a contrastare l’interruzione dei servizi ad opera di sindacati minori con il solo effetto annuncio. La conoscenza anticipata degli aderenti allo sciopero e della eventuale revoca consentirà di informare con certezza gli utenti. Nello stesso provvedimento sarà opportuna una regolazione riferita anche al fermo dell’autotrasporto perché anche in questo caso si deve tenere conto contestualmente del diritto alla mobilità.

Continua a leggere
Formazione Selezione Stampa

Puntare sull’alfabetizzazione digitale

Articolo pubblicato su Il Sole 24 Ore

I professori Nannicini e Leonardi hanno utilmente avviato su questo giornale una riflessione sul modo migliore di tutelare i lavoratori nelle crisi aziendali. Gli straordinari cambiamenti indotti dal salto tecnologico nei modi di produrre hanno tuttavia evidenziato come i mercati del lavoro siano caratterizzati da transizioni professionali ricorrenti e perciò bisognose non tanto di saltuarie attività di ricollocamento quanto di permanenti ed efficaci opportunità per tutti di apprendimento da fonti formali, informali, non formali. La occupabilità di una persona si produce infatti come conseguenza di una buona educazione e del continuo aggiornamento delle sue abilità e competenze. In Italia il problema della riqualificazione dei lavoratori è poi amplificato dalla grande dimensione delle cosiddette competenze intermedie, tipiche delle attività ripetitive nelle tradizionali manifatture, come tali destinate a progressiva sostituzione.

Continua a leggere
Alle Sei

Ve lo dico alle sei/ Pensioni: disporre transizione anagrafica, opzione donna e incentivi ai datori di lavoro

Le notizie relative al decreto che dovrebbe allungare l’età di pensione in relazione all’incremento dell’aspettativa di vita ripropone la necessità di una riflessione sulle rigidità della riforma Fornero che ha sommato la base anagrafica più elevata nei Paesi industrializzati con la dinamica collegata all’invecchiamento. Sarebbe opportuno sterilizzare questo ulteriore innalzamento in una fase transitoria o quantomeno tutelare la componente femminile riproponendo il programma “opzione donna”. Più in generale sarebbe utile incentivare maggiormente le forme di sostegno dei datori di lavoro nelle fasi di attesa della prestazione pensionistica.

Continua a leggere
Alle Sei

Ve lo dico alle sei/ Scioperi: Renzi sblocchi Del Rio e si approvi la legge di regolazione.

Di fronte agli irresponsabili scioperi indetti di venerdì nel mezzo della stagione turistica potremmo finalmente riprendere l’esame dei disegni di legge, uno dei quali a mia prima firma (il testo del ddl sugli scioperi), che migliorano le regole con riferimento alla tutela degli utenti dei servizi di pubblico interesse. Si ipotizza in particolare un sufficiente consenso per la proclamazione dello sciopero e soprattutto l’obbligo di adesione preventiva dei lavoratori e di comunicazione anticipata della revoca così da informare gli utenti sui servizi che certamente saranno operativi. Se Renzi vuole la legge sblocchi il suo ministro Del Rio che dopo una prima condivisione ha fermato il provvedimento mesi or sono. Diritto di sciopero e diritto alla mobilità sono entrambi tutelati dai principi costituzionali ma il loro equilibrio, come vediamo anche oggi, non è garantito.

Continua a leggere
Il commento Servizio Civile Universale

Bando servizio civile: la speranza per (quasi) 50.000 posti di lavoro

Nel febbraio scorso è stato approvato in via definitiva il decreto legislativo che disciplina il servizio civile universale in attuazione della legge di riforma del Terzo settore e dell’impresa sociale. L’obiettivo del Governo è quello di rafforzare il servizio civile quale strumento di difesa non armata della Patria, di educazione alla pace tra i popoli e di promozione dei valori fondativi della Repubblica. Il provvedimento, tra l’altro, prevede la partecipazione al sistema anche dei cittadini dell’Unione europea e degli stranieri regolarmente soggiornanti in Italia e tende a razionalizzare gli interventi di servizio civile universale attraverso una programmazione affidata allo Stato centrale, che deve soddisfare i peculiari fabbisogni del Paese in linea con gli obiettivi del Governo, prevedendo interventi a favore dei giovani con minori opportunità e meccanismi di premialità a favore degli enti che realizzeranno interventi con l’impiego di questi giovani.

Continua a leggere
Lavoro 4.0 Senato

Lavoro 4.0: l’audizione dell’Istituto Italiano di Tecnologia (ITT)

Continuano le audizioni in Senato sull’affare assegnato concernente l’Impatto sul mercato del lavoro della quarta rivoluzione industriale (n. 974).  Nella seduta pomeridiana di mercoledì, è stato ascoltato il Professor Roberto Cingolani, Direttore Scientifico dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT).

Potete consultare le memorie depositate e guardare la seduta della Commissione Lavoro ai link a seguire.

Il video dell’audizione in Commissione

Memorie dell’Istituto Italiano di Tecnologia

Continua a leggere
Alle Sei

Ve lo dico alle sei/ Ius soli: no a legge di attrazione ma percorsi di integrazione

Il disegno di legge sulla cittadinanza, anche se non corrisponde esattamente allo ius soli, rimane funzionale ad una politica di attrazione dell’immigrazione nel momento in cui sono già accentuate le pressioni migratorie e si evidenziano  invece bisogni di integrazione. L’acquisizione della cittadinanza italiana non dovrebbe essere quindi la conseguenza di un mero elemento burocratico ma il risultato di un percorso volitivo in termini di adesione ai principi, alla lingua, alla cultura, alle norme e agli usi della Repubblica. Si tratta di promuovere non l’assimilazione ma l’incontro, che ha poi come presupposto l’identità della nazione ospitante.

Continua a leggere
1 2 3 4 246