Ambiente e territorio Apprendistato Blog Contratti di lavoro Editoriali e commenti Educazione e formazione Giovani Incentivi e agevolazioni Italia La settimana in Parlamento Lavoro privato Lavoro pubblico Mercato del lavoro Varie

Il contratto unico? Meglio l’apprendistato

di Michele Tiraboschi e Francesco Riccardi *

Nell’agenda del governo la questione campeggia alla pagina del mese di marzo, sotto il titolo impegnativo di “Jobs act”. La riforma del lavoro che il nuovo governo si appresterebbe a varare ha al centro un nuovo contratto unico di inserimento. Ancora da precisare in molti dettagli decisivi, ma con alcuni caratteri già definiti: rivolto ai giovani, a tempo indeterminato con la possibilità però di interrompere il rapporto nei primi tre anni. Per continuare a leggere cliccare su  Avvenire_pag3

*questo articolo è stato pubblicato oggi su Avvenire, pag. 3

Potrebbero interessarti anche
Oltre 215mila imprese attendono pagamenti dallo Stato.
Il mio canto libero/ Primo maggio e 70 anni della Cisl: le nuove sfide del lavoro nella ripartenza
Risposta a Boeri e Garibaldi che difendono il ‘contratto unico’: l’abolizione dell’Art. 18 aiuterebbe a contrastare la precarietà

Scrivi il tuo commento

Commento*

Nome*
Sito

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.