Category : Varie

comitato ristretto Commissione Lavoro Italia partecipazione lavoratori Senato Varie

Ddl partecipazione lavoratori all’impresa. Testo proposto.

FIAT: SACCONI, OK SINDACATI INCORAGGIA, FIOM ISOLATA

Pubblichiamo il testo proposto dal Sen. Sacconi, relatore del disegno di legge n. 1051 sulla partecipazione dei lavoratori alla gestione delle imprese, e oggetto di esame nella seduta di ieri del Comitato ristretto in Commissione Lavoro del Senato.

Il testo proposto in Comitato ristretto della Commissione Lavoro

Continua a leggere
disoccupazione disoccupazione giovanile Economia indagine Istat Italia lavoratori scoraggiati Mercato del lavoro Occupazione Varie

Istat, disoccupazione sale al 12,7% nel 2014, record dal 1977

istat

Secondo l’ultima rilevazione ISTAT, anche il 2014 è un anno nero per il lavoro, con la disoccupazione che continua a crescere sia in termini assoluti, con un aumento di 167.000 unità (+5,5%), sia in termini percentuali: nella media del 2014, il tasso di disoccupazione raggiunge il 12,7% in confronto al 12,1% di un anno prima (al Sud tocca il 20,7%), e ai massimi dal ’77.

Continua a leggere
Commissione europea Contratti di lavoro costo del lavoro Delega Lavoro Economia Europa Italia Jobs Act Mercato del lavoro Unione Europea Varie

Ue, Sacconi: non abbassare la guardia, fare e verificare riforme

“Il rapporto della Commissione europea sull’Italia ribadisce la presenza di pesanti squilibri macroeconomici con particolare riguardo alla produttività e al debito pubblico. Il costo del lavoro per unità di prodotto è stato ridotto dagli interventi di riduzione della pressione fiscale sul lavoro ma rimane elevato a causa della persistente bassa produttività. Ciò richiede un più stretto collegamento con essa dei salari e il conseguente sviluppo della contrattazione aziendale ridimensionando, ancor più in tempi di deflazione, i contratti nazionali. I decreti attuativi del jobs act dovranno essere monitorati nei loro effetti sul mercato del lavoro in modo da adottare lungo la via i necessari aggiustamenti. Altrettanto importanti sono considerate le riforme in materia di fisco, giustizia e più in generale di pubblica amministrazione, con specifico riferimento a una spending review largamente da fare. Non possiamo quindi abbassare la guardia”, lo dichiara in una nota il Presidente della Commissione Lavoro del Senato, Maurizio Sacconi.

Continua a leggere
Adapt Amici Marco Biagi Appuntamenti e convegni associazione in partecipazione Assunzioni co.co.pro. Collaborazioni a progetto Confindustria Confprofessioni Contratti di lavoro contratto a tutele progressive costo del lavoro Delega Lavoro flessibilità Italia Jobs Act lavoro atipico Lavoro privato lavoro subordinato Legge Biagi legge Fornero Mercato del lavoro Occupazione Varie

#JobsAct o #JobsBack, i rischi di una norma che non segue la realtà

convegno

Oltre un migliaio di tweet con l’hashtag #JobsBack, centinaia di visualizzazioni in streaming. Questi i numeri del convegno dal titolo “#JobsAct o #JobsBack? Perché è sbagliato cancellare la legge Biagi” organizzato da Adapt e dall’Associazione Amici di Marco Biagi.
Tanti gli interventi, tutti accomunati da una forte preoccupazione per le decisioni che il Consiglio dei Ministri del 20 febbraio prenderà sul tema dei contratti atipici. Il giudizio che è risuonato di più, condiviso da tutti i relatori in forme diverse, è che il governo si sta allontanando dalla realtà del mercato del lavoro italiano, convinto di poter risolvere con norme restrittive i problemi a cui non sa rispondere.

Nello stesso momento in cui il Ministro Poletti anticipava la volontà del governo di cancellare co.co.co e co.co.pro, è giunta una forte risposta da parte dei protagonisti del convegno.

Continua a leggere
Adapt Amici Marco Biagi co.co.pro. Contratti di lavoro Delega Lavoro Eventi Giovani Italia Jobs Act Lavoro privato Mansioni Mercato del lavoro Occupazione Varie

#JobsAct o #JobsBack? Perché è sbagliato cancellare la legge Biagi

#JobsAct o #JobsBack?
Perché è sbagliato cancellare la legge Biagi
18 febbraio 2015, Roma

Le diverse indiscrezioni che giungono sui nuovi decreti attuativi del Jobs Act destano notevoli preoccupazioni. Sembra infatti che il Governo voglia proseguire sulla linea della Riforma Fornero nel limitare fortemente la flessibilità in entrata nel mercato del lavoro. Sì parla di cancellare l’associazione in partecipazione, il lavoro a chiamata e di stringere molto sulle collaborazioni continuative e a progetto oltre che ampliare le ipotesi di presunzione di subordinazione per le partite IVA.
Una direzione questa che sembra ignorare la trasformazione che il lavoro sta subendo, anche nel nostro Paese. Una direzione che guarda al passato e il cui effetto principale sarà la cancellazione della legge Biagi.

Per sottolineare le criticità di tali scelte ADAPT e Associazione Amici di Marco Biagi hanno organizzato un instant event il 18 febbraio alle 16.30 a Roma, in via Cavour 57 (sede ADAPT) dal titolo:

#JobsAct o #JobsBack? Perchè è sbagliato cancellare la legge Biagi.

Continua a leggere
Assunzioni Contratti di lavoro disoccupazione disoccupazione giovanile Economia Europa Giovani Istituto Toniolo Italia Lavoro privato Mercato del lavoro NEET Occupazione Studi Varie

Istituto Toniolo: per i giovani italiani poca fiducia nella ripresa

La principale causa della disoccupazione e’ attribuita dal 37,3% dei giovani intervistati, ai limiti della domanda nel mercato del lavoro, considerata sia ridotta come quantità sia bassa come qualità, a cui va aggiunta una mancanza d’investimenti in ricerca e sviluppo. E’ quanto emerge dal secondo rapporto su “La condizione giovanile in Italia-rapporto giovani 2014“, promosso dall’Istituto Giuseppe Toniolo in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore e con il sostegno di Fondazione Cariplo e di Intesa Sanpaolo.

Continua a leggere
disoccupazione disoccupazione giovanile Economia indagine Istat Italia Mercato del lavoro Occupazione occupazione femminile Varie

Istat: a novembre disoccupazione giovani raggiunge il 43,9%

istat

Dall’ultima rilevazione ISTAT, i disoccupati tra i 15-24enni risultano essere 729 mila a novembre 2014. La cifra cresce del 2,5% nel mese di novembre (+18 mila) e del 9,4% rispetto a dodici mesi prima (+63 mila). L’incidenza dei disoccupati di 15-24 anni sulla popolazione in questa fascia di età è pari al 12,2%, in aumento di 0,3 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 1,1 punti su base annua. Il tasso di disoccupazione dei 15-24enni, ovvero la quota dei disoccupati sul totale di quelli occupati o in cerca, è pari al 43,9%, in aumento di 0,6 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 2,4 punti nel confronto tendenziale.

Continua a leggere
co-working flessibilità indagine Italia Varie

Cresce in Italia l’interesse per il co-working

unnamed18

Una ricerca globale di Regus condotta in oltre 100 Paesi su 22.000 manager e imprenditori ha indicato quali sono i vantaggi che si possono ottenere con la flessibilità e la condivisione degli spazi di lavoro. L’ottimizzazione dei costi di gestione (value for money) è il principale beneficio riscontrato (89%) seguito da una significativa riduzione delle spese di manutenzione e pulizia (86%). Ma i benefici per le imprese che utilizzano spazi di lavoro condivisi (collaborative workplaces) non si limitano ad una semplice questione economica: il 72% degli intervistati ritiene che possano costituire l’ambiente ideale per sviluppare nuove idee e per facilitare lo scambio di conoscenze, in altre parole per favorire l’innovazione. Anche la crescita di un forte spirito imprenditoriale (73%) è tra i plus che derivano da questo tipo di scelta.

Continua a leggere
costo del lavoro Eurostat indagine Italia Mercato del lavoro Unione Europea Varie

Ue: costo lavoro Italia meno di Germania ma superiore alla media

Il costo del lavoro in Italia è inferiore a quello tedesco, ma resta sopra la media dell’Ue, e soprattutto ben superiore rispetto ai paesi dell’Est Europa dove si sposta sempre più frequentemente la produzione industriale. Lo segnala oggi Eurostat, facendo la fotografia della situazione in Europa nel 2012.

Continua a leggere
Delega Lavoro disoccupazione Economia Europa Europa 2020 Eurozona Italia Jobs Act Occupazione povertà Varie

I numeri (europei) che “sfidano” la riforma di Renzi.

di Giancamillo Palmerini*

Con l’approvazione della strategia Europa 2020 l’Europa scommetteva con forza sul rilancio dell’economia continentale. In un mondo, infatti, in profondo cambiamento l’Europa si propone di diventare un’economia in grado di essere, allo stesso tempo, intelligente, sostenibile e solidale. La promozione di queste tre diverse dimensioni della crescita, che almeno teoricamente si dovrebbero rafforzare a vicenda, avrebbero così dovuto aiutare l’Europa, e quindi i diversi Stati membri, a conseguire sempre più elevati livelli di occupazione, produttività e coesione sociale.

Continua a leggere
1 2 3 18