Category : Selezione Stampa

Federmeccanica Interviste Selezione Stampa

Storchi: “Stop agli aumenti a pioggia e possiamo tornare al lavoro”

Fabio Storchi nuovo presidente di Federmeccanica eletto durante l'assemblea generale tenutasi a Genova. 14 giugno 2013 a Genova. ANSA/LUCA ZENNARONel giorno dello sciopero generale di quattro ore indetto da  Fiom, Fim e Uilm, Fabio Storchi, presidente di Federmeccanica, assicura che le imprese sono pronte al confronto con il sindacato, ma questo non cambia il fatto che il Paese e il settore si trovino di fronte a una fase di “cambiamento epocale”, in cui non si possono dispendere le poche risorse ancora disponibili.  Sullo sciopero il presidente afferma che “il contratto serve per dare regole e garanzie, il resto è aziendale”. E, nell’intervista di Antonio Signorini per Il Giornale che pubblichiamo a seguire, auspica che il governo valuti la decontribuzione dei salari di risultato.

Leggi l’intervista de Il Giornale a Fabio Storchi

Continua a leggere
Casse di previdenza Lavoro autonomo Selezione Stampa

“Vigilanza, sistema da completare”

Le casse professionali gestiscono risorse per oltre 70 miliardi di euro finalizzate all’erogazione del trattamento pensionistico obbligatorio di circa due milioni di iscritti e beneficiari. Assumono quindi primario rilievo gli obiettivi della stabilità finanziaria degli Enti e della adeguatezza delle prestazioni. Sotto tali profili, è utile ricordare quanto deciso con l’art. 14 del DL 98/2011 attribuendo alle competenze tecniche specialistiche della COVIP le funzioni di vigilanza sugli investimenti mentre i Ministeri vigilanti hanno conservato la funzione di verificare il concorso alla stabilità di finanza pubblica e l’equilibrio dell’assetto previdenziale nel lungo termine. La riforma ha poi rinviato ad uno specifico regolamento del MEF la definizione di puntuali disposizioni in materia di investimenti, di conflitti di interessi e di banca depositaria. Tale atto, la cui emanazione era stata prevista nel termine di 6 mesi, non risulta ancora adottato. Esso è ora al visto della Corte dei Conti dopo il parere del Consiglio di Stato.

Continua a leggere
Interviste Selezione Stampa

Sacconi: “Giusto detassare al 10% i premi ma 2000 euro sono troppo pochi”

Intervista di Tobia de Stefano da Libero

Festival del Lavoro 2012L’anno più generoso per gli incentivi ai premi di produttività? Sicuramente il 2011, ultimo governo Berlusconi con ministro del Lavoro Maurizio Sacconi, quando la soglia per i lavoratori che avevano diritto alla detassazione al 10% fu portata a 40 mila euro e l’ammontare del premio esteso fino a 6.000 euro l’anno. Insomma, se si vuol dare un giudizio sulle nuove norme che rendono un po’ più conveniente premiare i dipendenti (al decreto attuativo manca solo la firma del ministro dell’Economia) è normale partire da lì. E chi meglio dello stesso Sacconi può farlo?

Continua a leggere
In ricordo di Marco Biagi Selezione Stampa

Marco Biagi, lo sguardo lungo su lavoro

L’attualità di Marco Biagi, la sua capacità di guardare lontano, con una visione innovativa del mondo del lavoro e con il suo metodo d’analisi comparato: la figura del giuslavorista ucciso quattordici anni fa dalle Br ci ha lasciato un “dizionario comune”. Giorgio Pogliotti nell’articolo pubblicato oggi su Il Sole 24 Ore ripercorre le parole dei relatori del convegno organizzato dalla nostra associazione assieme ad Adapt.

Leggi l’articolo de Il Sole 24 Ore per intero

Continua a leggere
contrattazione collettiva Lavoro pubblico Selezione Stampa

L’analisi/ Rispettare le vere esigenze

di Franceso Verbaro

Articolo pubblicato su Il Sole 24 Ore

Il rapporto tra legge e contrattazione è un punto nevralgico del tentativo più che ventennale di regolare al meglio il rapporto di lavoro nelle pubbliche amministrazioni. la cattiva prova della contrattazione collettiva, soprattutto a causa della mancanza di un vero datore di lavoro, ha portato il legislatore del Dlgs 150/2009 a intervenire fortemente in molti ambiti della iper regolamentazione contrattuale.
Uno degli ambiti toccati dall’intervento legislativo è stato quello della definizione dei comparti di contrattazione, che certamente erano cresciuti notevolmente negli anni, senza una giustificazione logica e funzionale, generando una differenziazione retributiva non fondata su specificità e specialità di organizzazione e prestazioni, ma per esigenze di rappresentanza sindacale e di rappresentanza corporativa di settori.

Continua a leggere
Selezione Stampa

Il fronte unico dei modernisti

 12.0.246916935-593x443Attraverso quali vie oggi possono nascere e diffondersi in un Paese come l’Italia sentimenti di estraneità ostili nei confronti delle élite, a cominciare magari da quelle culturali e giornalistiche? Di avversione verso il loro ruolo nello spazio pubblico, e quindi, inevitabilmente, di protesta verso la politica? Quei sentimenti, cioè, che poi finiscono per confluire indifferentemente da destra o da sinistra nel grande collettore che abbiamo convenuto di chiamare «populismo»? Per cercare una risposta può forse dirci qualcosa il modo in cui si è svolta in queste settimane la discussione sulle unioni civili e sul problema connesso (almeno fino ad oggi) dell’adozione del figliastro (stepchild adoption).

Leggi l’editoriale di Ernesto Galli della Loggia sul Corriere della Sera

Continua a leggere
Relazioni Industriali Selezione Stampa

“Perché mi candido per Confindustria. Primo passo, i modelli contrattuali”

Aurelio Regina, Presidente e azionista di Manifatture sigaro toscano, ha appena mandato ai saggi di Confindustria la sua candidatura per la presidenza, quando accetta di illustrare in un’intervista al Corriere della Sera che pubblichiamo a seguire perché vorrebbe guidare la più importante associazione di imprenditori. Secondo Regina, per la rigenerazione di Confindustria “c’è bisogno non solo delle competenze di un singolo ma di una squadra forte e coesa” che ne ridisegni l’assetto organizzativo.

Leggi per intero l’intervista del Corriere della Sera

 

Continua a leggere
1 4 5 6