Category : lavoro a chiamata

Inps lavoro a chiamata

Inps: boom lavoro a chiamata dopo cancellazione voucher

L’Inps rileva come, tra le assunzioni a tempo determinato, appaia “significativo l’incremento dei contratti di somministrazione (+20,4%) e ancora di più quello dei contratti di lavoro a chiamata che, con riferimento sempre all’arco temporale gennaio-luglio, sono passati da 112.000 (2016) a 251.000 (2017), con un incremento del 124,7%”.  L’Istituto, dando conto del dato annuo, osserva come il “significativo aumento” del lavoro a chiamata, e “in parte anche quello dei contratti di somministrazione e dei contratti a termine”, possa “essere posto in relazione alla necessità delle imprese di ricorrere a strumenti contrattuali sostitutivi dei voucher, cancellati – ricorda l’Inps – dal legislatore a partire dalla metà dello scorso mese di marzo (e riattivati con profonde modifiche normative dal mese di luglio).

Continua a leggere