Category : Giovani

Apprendistato Consiglio dei ministri Giovani Istruzione Italia occupabilità Scuola scuole paritarie

La Buona Scuola: merito, apprendistato e aiuto alle paritarie.

Arriva sul tavolo del Consiglio dei ministri odierno la Scuola.  Le questioni da affrontare sono tante, stabilizzare le graduatorie, sostenere le paritarie, ristrutturare l’edilizia scolastica, dirigenti e supplenti, e ogni voce della riforma presuppone investimenti, tanti soldi, miliardi di euro nei prossimi anni. Per le 140mila assunzioni che il Governo Renzi si accinge a realizzare tramite le graduatorie ad esaurimento “ci sono seri problemi di mismatch disciplinare e territoriale, a causa del quale quasi metà delle GAE già oggi non è in grado di coprire le cattedre che nella scuola statale restano scoperte ogni anno”. A sostenerlo è la Fondazione Agnelli, attraverso uno studio pubblicato il 16 febbraio sul Corriere della Sera.

Nella giornata di ieri, il coordinatore nazionale del Nuovo Centrodestra Gaetano Quagliariello, il presidente della Commissione Lavoro del Senato Maurizio Sacconi e la portavoce di Ncd Valentina Castaldini  hanno tenuto una conferenza stampa presso la sede del Nuovo Centrodestra, durante la quale sono state illustrate Le proposte su “La Buona Scuola”.  Tre sono i punti fermi: il merito, il rapporto scuola-lavoro con nuove norme sull’apprendistato e l’aiuto alle scuole paritarie.

Continua a leggere
Apprendistato Assunzioni Contratti di lavoro disoccupazione giovanile Garanzia Giovani Giovani Jobs Act Mercato del lavoro occupabilità Youth Guarantee

Jobs act, la “falla” che può penalizzare i giovani italiani

di Giancamillo Palmerini*

Con una raccomandazione all’uopo dedicata, l’Unione europea ha previsto, a partire dall’aprile del 2013,  l’istituzione e lo sviluppo in tutti i paesi membri, della cd. “Garanzia per i giovani”. In tale documento ci si auspica che, entro un periodo di quattro mesi dall’inizio della disoccupazione o dall’uscita dal sistema d’istruzione formale, i giovani cd. “Neet” ricevano un’offerta qualitativamente valida di lavoro, proseguimento degli studi, apprendistato o tirocinio. Il programma è, quindi, almeno nelle intenzioni delle Istituzioni Europee, un’occasione importante per rilanciare, anche dove questo non sia stato adeguatamente implementato come nel caso dell’Italia, l’istituto dell’apprendistato.

Continua a leggere
Adapt Amici Marco Biagi co.co.pro. Contratti di lavoro Delega Lavoro Eventi Giovani Italia Jobs Act Lavoro privato Mansioni Mercato del lavoro Occupazione Varie

#JobsAct o #JobsBack? Perché è sbagliato cancellare la legge Biagi

#JobsAct o #JobsBack?
Perché è sbagliato cancellare la legge Biagi
18 febbraio 2015, Roma

Le diverse indiscrezioni che giungono sui nuovi decreti attuativi del Jobs Act destano notevoli preoccupazioni. Sembra infatti che il Governo voglia proseguire sulla linea della Riforma Fornero nel limitare fortemente la flessibilità in entrata nel mercato del lavoro. Sì parla di cancellare l’associazione in partecipazione, il lavoro a chiamata e di stringere molto sulle collaborazioni continuative e a progetto oltre che ampliare le ipotesi di presunzione di subordinazione per le partite IVA.
Una direzione questa che sembra ignorare la trasformazione che il lavoro sta subendo, anche nel nostro Paese. Una direzione che guarda al passato e il cui effetto principale sarà la cancellazione della legge Biagi.

Per sottolineare le criticità di tali scelte ADAPT e Associazione Amici di Marco Biagi hanno organizzato un instant event il 18 febbraio alle 16.30 a Roma, in via Cavour 57 (sede ADAPT) dal titolo:

#JobsAct o #JobsBack? Perchè è sbagliato cancellare la legge Biagi.

Continua a leggere
Assunzioni Contratti di lavoro disoccupazione disoccupazione giovanile Economia Europa Giovani Istituto Toniolo Italia Lavoro privato Mercato del lavoro NEET Occupazione Studi Varie

Istituto Toniolo: per i giovani italiani poca fiducia nella ripresa

La principale causa della disoccupazione e’ attribuita dal 37,3% dei giovani intervistati, ai limiti della domanda nel mercato del lavoro, considerata sia ridotta come quantità sia bassa come qualità, a cui va aggiunta una mancanza d’investimenti in ricerca e sviluppo. E’ quanto emerge dal secondo rapporto su “La condizione giovanile in Italia-rapporto giovani 2014“, promosso dall’Istituto Giuseppe Toniolo in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore e con il sostegno di Fondazione Cariplo e di Intesa Sanpaolo.

Continua a leggere
Apprendistato Contratti di lavoro disoccupazione giovanile Europa Formazione professionale Garanzia Giovani Giovani Italia Mercato del lavoro NEET Occupazione Tirocini Unione Europea Youth Guarantee

Il “nuovo” flop della Garanzia Giovani

320832_596072863738579_1829113319_n

di Giancamillo Palmerini*

La calza della Youth Guarantee che ha portato ieri la Befana ai giovani Neet italiani conteneva più duro carbone o dolci succulenti da godersi nei prossimi giorni? Per capirlo è opportuna, quindi, un’analisi, per quanto sommaria, dei dati a nostra disposizione con riferimento all’anno appena concluso.

Continua a leggere
disoccupazione disoccupazione giovanile Economia Europa Giovani Italia Mercato del lavoro NEET Occupazione Studi Unione Europea

Rapporto giovani: gli italiani disillusi, cercano lavoro all’estero

I giovani italiani sono sempre più disillusi rispetto alla possibilità di trovare lavoro in Italia e sempre più disponibili a guardare fuori confine. E’ quanto emerge dal secondo rapporto sulla condizione giovanile in Italia promosso dall’Istituto Giuseppe Toniolo in collaborazione con l’Università Cattolica. Oltre l’85% degli intervistati (19-32 anni) è convinto, infatti, che in Italia siano scarse o limitate le opportunità lavorative legate alle proprie competenze professionali.

Continua a leggere
Contratti di lavoro disoccupazione disoccupazione giovanile Editoriali e commenti Europa Garanzia Giovani Giovani Italia Jobs Act Mercato del lavoro NEET Occupazione Youth Guarantee

Il deserto intorno a Garanzia Giovani

Editoriale di Romano Benini per Workmagazine

Il cattivo stato di salute delle nostre politiche per la formazione ed il lavoro è ben dimostrato dalle difficoltà nell’attivazione del programma della Garanzia giovani. Oltre all’evidente problema della debolezza dei servizi per l’impiego e del sistema delle agenzie per il lavoro accreditate, ancora lontane dalla capacità di realizzare efficaci interventi di placement, le difficoltà della Garanzia giovani evidenziano problemi del tutto politici.

Continua a leggere
disoccupazione giovanile Economia Europa Garanzia Giovani Giovani Italia lavoratori scoraggiati Mercato del lavoro NEET Occupazione Youth Guarantee

Più di 300mila iscritti a Garanzia Giovani, 48% col portale

320832_596072863738579_1829113319_n

Continua l’adesione dei giovani al Programma Garanzia Giovani.

Al 20 novembre 2014 si sono registrati a 305.706 giovani, di questi il 52% (160.210 giovani) lo ha fatto attraverso i portali regionali, mentre il 48% (145.496 giovani) tramite il portale nazionale. 98.240, pari al 32%, sono gia’ stati presi in carico e profilati.

Continua a leggere
Educazione e formazione Giovani Indire Istruzione Italia Mercato del lavoro Occupazione Scuola Studi Tirocini

Alternanza scuola-lavoro: già presente nel 43,5% delle scuole

La ricerca del Miur con Indire sull’alternanza scuola-lavoro mostra, nell’ultimo anno scolastico 2014-2014, che quasi la metà delle scuole italiane (43,5%) ha intrapreso un percorso didattico che alterna ore di lezione in classe a stage in aziende coinvolgendo 210.506 studenti (10,7 per cento) degli istituti superiori in 10.279 progetti.

Continua a leggere
Commissione europea Eurofound Garanzia Giovani Giovani Italia Jobs Act Mercato del lavoro mobilità NEET Occupazione Studi Varie welfare Youth Guarantee

I “movimenti” che possono aiutare il lavoro in Italia

di Giancamillo Palmerini*

La Commissione europea promuove, da sempre, la mobilità geografica come una strategia per ridurre il disallineamento tra la domanda e l’offerta nei mercati del lavoro europei. L’Europa, ad esempio, la stimola anche all’interno della Garanzia Giovani nella convinzione che questa possa aumentare le possibilità occupazionali dei “Neet”. Tuttavia, gli sforzi a livello comunitario per promuovere la mobilità sono, in molti casi, coperti, a livello nazionale, dalle preoccupazioni per i potenziali effetti negativi di afflussi di migranti, tra cui la svalutazione dei salari locali, l’abuso dei sistemi di welfare e l’onere finanziario che gli stranieri non attivi possono porre sulla sostenibilità dello Stato sociale.

In questo quadro di riferimento, Eurofound, la Fondazione europea per il miglioramento delle condizioni di vita, sottolinea, in uno studio pubblicato solo pochi giorni fa, come, attualmente, sebbene i livelli di migrazione siano estremamente bassi all’interno e tra gli Stati membri dell’Ue sia in aumento.

Continua a leggere
1 2 3 18