Category : Garanzia Giovani

Garanzia Giovani Il commento

Garanzia giovani: i dubbi e i problemi da “cancellare” dopo il rifinanziamento

Fonte: Lapresse

Come ormai ben noto a tutti, la Garanzia Giovani rappresenta il Piano europeo per la lotta alla disoccupazione giovanile. Con questo obiettivo sono stati previsti dei finanziamenti per i Paesi membri con tassi di disoccupazione superiori al 25%, che dovrebbero essere investiti in politiche attive di orientamento, istruzione e formazione e inserimento al lavoro, a sostegno dei giovani che non sono impegnati in un’attività lavorativa, né inseriti in un percorso scolastico o formativo ( i famosi Neet, Not in education, employment or training).

Continua a leggere
Garanzia Giovani Il commento

Il “buco pericoloso” di Garanzia Giovani

Come ormai ben noto, l’implementazione, anche nel nostro paese, della Garanzia Giovani origina da una Raccomandazione della Commissione europea (aprile 2013) che si proponeva di contrastare l’inattività giovanile e di favorire l’ingresso di giovani nel mercato del lavoro, aumentandone, prima di tutto, l’occupabilità. L’Europa invitava, quindi, i vari Stati Membri a porre in essere tutte quelle possibili azioni volte a garantire che tutti i giovani tra i 15 e i 24 anni ricevessero, entro quattro mesi dall’inizio della disoccupazione o dall’uscita dal sistema d’istruzione formale, un’offerta qualitativamente valida di lavoro, proseguimento degli studi, apprendistato o tirocinio (extra-curriculare).

Continua a leggere
Garanzia Giovani Il commento

La nota che fa tornare “utile” il curriculum

curriculum-vitae

Gli ultimi dati Istat ci dicono che dopo l’aumento del mese di aprile (+0,6%), a maggio 2015 gli occupati, in Italia, diminuiscono dello 0.3% (-63mila) rispetto al mese precedente. Nel nostro Paese si registra, quindi, un tasso di occupazione pari al 55,9%, in calo nell’ultimo mese di 0,1 punti percentuali. In una prospettiva di più ampio respiro si deve evidenziare che, rispetto a maggio dello scorso anno, l’occupazione cresce di un modesto 0,3% (+60mila) e il tasso di occupazione nella stessa misura.

Continua a leggere
Garanzia Giovani

Senato: continua il confronto con il Ministro Giannini su Garanzia Giovani e Scuola

Stefania Giannini, Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

Si è tenuta oggi in Commissione Lavoro del Senato il seguito dell’audizione del Ministro Giannini sull’attuazione del programma Garanzia Giovani. Secondo il Ministro, il raggiungimento di competenze di livello superiore rappresenta un diritto che riguarda tutti gli studenti italiani, come costituzionalmente garantito e sulla base dello sforzo che il sistema scolastico integrato statale e non statale ha sviluppato nel corso di decenni di storia repubblicana. Il punto cruciale è dunque se e fino a che punto gli studenti siano in grado di effettuare una scelta; se, dunque, il sistema scolastico possieda strumenti a disposizione di tutti e che a tutti consentano di conoscere le proprie vocazioni (cognitive, di personalità e di talenti posseduti), le opportunità offerte dal sistema stesso per realizzarle e quelle, infine, di successivo impiego nel mondo del lavoro. A suo giudizio la risposta non è totalmente positiva, considerati gli strumenti necessari per prevenire e curare la dispersione scolastica.

Continua a leggere
Alternanza Scuola Lavoro Garanzia Giovani

Senato: confronto con il Ministro Giannini su Garanzia Giovani e alternanza scuola-lavoro

Nella seduta della Commissione Lavoro del Senato di ieri, il Ministro Stefania Giannini ha evidenziato come Garanzia giovani sia una risorsa per accompagnare l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro e lottare contro la piaga della disoccupazione giovanile. Si tratta di un programma ambizioso a cui il Governo ha destinato risorse finanziarie e organizzative ingenti e con largo anticipo rispetto a numerosi altri partner europei. Fin dall’inizio è stato però chiaro che l’efficacia del programma è condizionata al coordinamento degli interventi aventi come destinatari i giovani disoccupati o i cosiddetti NEET con quelli rivolti a migliorare il rapporto tra istruzione e lavoro. Il MIUR ha dunque partecipato al lavoro preparatorio per l’attivazione del piano, presentando misure per prevenire e contrastare la dispersione scolastica attraverso percorsi formativi personalizzati e una rete di alleanze tra scuola, territorio e agenzie educative; proposte per potenziare gli strumenti di informazione e orientamento per i giovani in tutte le scuole italiane; interventi per ampliare e consolidare il raccordo tra istruzione, formazione e mondo del lavoro. Alcune azioni già sono state avviate; altre trovano nel disegno di legge La Buona Scuola terreno fertile per sviluppare tutte le potenzialità all’interno di un progetto di profondo rinnovamento del sistema educativo del nostro Paese. L’approccio adottato vede nella disoccupazione giovanile, nel cosiddetto job mismatch e nella dispersione scolastica il segno di un divario strutturale che deriva in parte anche dall’inadeguatezza dell’offerta formativa.

Continua a leggere
Apprendistato Assunzioni Contratti di lavoro disoccupazione giovanile Garanzia Giovani Giovani Jobs Act Mercato del lavoro occupabilità Youth Guarantee

Jobs act, la “falla” che può penalizzare i giovani italiani

di Giancamillo Palmerini*

Con una raccomandazione all’uopo dedicata, l’Unione europea ha previsto, a partire dall’aprile del 2013,  l’istituzione e lo sviluppo in tutti i paesi membri, della cd. “Garanzia per i giovani”. In tale documento ci si auspica che, entro un periodo di quattro mesi dall’inizio della disoccupazione o dall’uscita dal sistema d’istruzione formale, i giovani cd. “Neet” ricevano un’offerta qualitativamente valida di lavoro, proseguimento degli studi, apprendistato o tirocinio. Il programma è, quindi, almeno nelle intenzioni delle Istituzioni Europee, un’occasione importante per rilanciare, anche dove questo non sia stato adeguatamente implementato come nel caso dell’Italia, l’istituto dell’apprendistato.

Continua a leggere
disoccupazione disoccupazione giovanile Garanzia Giovani indagine Istat Mercato del lavoro NEET Occupazione Youth Guarantee

Istat, Sacconi (Ap): dati allarmanti chiedono più coraggio

FIAT: SACCONI, OK SINDACATI INCORAGGIA, FIOM ISOLATA

“La rilevazione Istat sull’occupazione è particolarmente allarmante perché si amplia il nostro divario con l’Europa e sollecita quindi decisioni più coraggiose per invertire le tendenze in atto nel nostro mercato del lavoro e nella nostra economia. Sembriamo ancora un paese bloccato nel quale continua a rattrappirsi la propensione ad investire. La diminuzione del numero degli occupati si coniuga con la caduta della produzione industriale in autunno.

Continua a leggere
Apprendistato Contratti di lavoro disoccupazione giovanile Europa Formazione professionale Garanzia Giovani Giovani Italia Mercato del lavoro NEET Occupazione Tirocini Unione Europea Youth Guarantee

Il “nuovo” flop della Garanzia Giovani

320832_596072863738579_1829113319_n

di Giancamillo Palmerini*

La calza della Youth Guarantee che ha portato ieri la Befana ai giovani Neet italiani conteneva più duro carbone o dolci succulenti da godersi nei prossimi giorni? Per capirlo è opportuna, quindi, un’analisi, per quanto sommaria, dei dati a nostra disposizione con riferimento all’anno appena concluso.

Continua a leggere
Adapt Contratti di lavoro Economia Europa Garanzia Giovani Italia Jobs Act Mercato del lavoro Produttività Studi Unione Europea

Studio Adapt: produttività, in coda nella Ue

La produttività del lavoro in Italia? Ha il tasso di crescita più basso tra i principali paesi Ue (0,127 contro l’1,87 della Spagna e lo 0,3/0,4 di Francia e Spagna). Il costo del lavoro (per unità di prodotto), viceversa, e nonostante gli anni di crisi, è salito (in Germania, proprio grazie all’incremento della produttività, è addirittura diminuito dal 2004 al 2008. In Spagna è sceso costantemente dal 2008 a oggi). E da noi, pure, tasse e contributi, il cosiddetto cuneo fiscale, si confermano al top a livello europeo.

Così non sorprende che il Pil pro capite italiano sia ai minimi termini, e la crescita stenta ad arrivare anche per effetto di un scarso utilizzo del capitale umano: in Germania, per fare un altro esempio, dal 2005 al 2011 il numero di occupati è aumentato di 1,2 milioni di unità e il tasso di disoccupazione è sceso di quasi 5 punti, dall’11,7% al 7 per cento. Ma all’estero la situazione è sempre più rosea? Certamente, no. Tuttavia Francia, Germania e Spagna, ha evidenziato uno studio comparato realizzato da Adapt, hanno saputo rispondere alla recessione con riforme complessive del mercato del lavoro. Mentre noi siamo rimasti “incompiuti”, avendo dato, negli ultimi anni, solo risposte parziali e dettate dall’emergenza.

Continua a leggere
Contratti di lavoro disoccupazione disoccupazione giovanile Editoriali e commenti Europa Garanzia Giovani Giovani Italia Jobs Act Mercato del lavoro NEET Occupazione Youth Guarantee

Il deserto intorno a Garanzia Giovani

Editoriale di Romano Benini per Workmagazine

Il cattivo stato di salute delle nostre politiche per la formazione ed il lavoro è ben dimostrato dalle difficoltà nell’attivazione del programma della Garanzia giovani. Oltre all’evidente problema della debolezza dei servizi per l’impiego e del sistema delle agenzie per il lavoro accreditate, ancora lontane dalla capacità di realizzare efficaci interventi di placement, le difficoltà della Garanzia giovani evidenziano problemi del tutto politici.

Continua a leggere
1 2