Category : Apprendistato

Apprendistato Selezione Stampa

La formazione va liberata dal groviglio delle regole

Articolo di Alberto Orioli pubblicato su Il Sole 24 Ore

“I dati, come sempre, sono più duri della realtà virtuale delle polemiche politiche. L’inchiesta che pubblichiamo a pagina 3 del Sole 24 Ore in edicola lunedì 6 novembre dimostra chiaramente che il bonus della decontribuzione non cannibalizza l’incentivo legato ai contratti di apprendistato come invece denuncia da tempo chi in Parlamento è contrario al rifinanziamento delle misure per l’ingresso dei giovani nel mercato del lavoro. È troppo banale ridurre l’analisi a una competition “monetaria” tra incentivi: l’apprendistato resta di gran lunga lo strumento di maggiore convenienza economica, anche rispetto alla decontribuzione più generosa. Eppure non decolla.” Continua a leggere l’articolo su Il Sole 24 Ore

 

Continua a leggere
Apprendistato Senato

Tirocini e apprendistato: la risoluzione approvata in Senato

Pubblichiamo a seguire la risoluzione approvata nella seduta odierna della Commissione Lavoro del Senato con riferimento all’affare assegnato n. 789 (Canali di ingresso dei giovani nel mondo del lavoro: tirocini ed apprendistato).

La Commissione,

premesso che:

la disoccupazione giovanile in Italia è ancora vicina al 40 per cento, tra i livelli più alti in Europa, con circa 1 milione di disoccupati tra i 15 e i 29 anni e, nella stessa fascia di età, il numero dei giovani che non lavorano e non studiano (i cosiddetti NEET) è di 2,3 milioni;

Continua a leggere
Apprendistato NEET PwC

Young Workers Index 2016: giovani italiani, giacimento non sfruttato

 

apprendistatoL’Italia è uno dei Paesi che potrebbe beneficiare di più della riduzione del numero di giovani tra i 20-24 anni non iscritti a scuola, non occupati e non in formazione professionale (NEET). Se in Paesi come Regno Unito, USA e Francia deriverebbe uno slancio economico pari al 2-3% del PIL in Italia, Turchia, Spagna e Grecia la spinta addizionale sarebbe addirittura del 7-9%.E’ quanto emerge dall’ultima edizione dello studio Young Workers Index elaborato dalla multinazionale della consulenza aziendale PwC, che dal 2006 analizza il livello di occupazione, scolarizzazione e formazione professionale dei giovani di 15-24 anni nei paesi OCSE, ed il collegato potenziale economico.

Continua a leggere
Apprendistato

Apprendistato: un correttivo che non centra l’obiettivo

di Umberto Buratti, Michele Tiraboschi da Bollettino Adapt

apprendistatoCon l’approvazione in via definitiva del c.d. “decreto correttivo” del Jobs Act si registra l’ennesimo intervento normativo sulla disciplina dell’apprendistato, confermando l’incapacità del Governo di sviluppare una seria politica per il rilancio di questo fondamentale strumento di incontro tra domanda e offerta di lavoro in chiave di competenze e produttività. L’esperienza degli ultimi 15 anni conferma che l’apprendistato non cammina a colpi di leggi e decreti, tanto più se di livello nazionale, ma solo a seguito di stabili relazioni nei territori e nei settori produttivi interessati tra tutti gli attori coinvolti. Relazioni che, come bene indicano le linee guida europee, richiedono un quadro regolatorio stabile e chiaro. L’intervento correttivo si concentra nuovamente sull’apprendistato di primo e terzo livello. Tuttavia, è bene sottolinearlo, l’Esecutivo sceglie due modalità differenti di azione. Nel caso dell’apprendistato del primo tipo, infatti, viene a inserire una disposizione all’interno dell’articolo 55 del decreto legislativo n. 81/2015 che riguarda la disciplina transitoria. Nel caso, invece, dell’apprendistato di alta formazione e ricerca l’intervento punta a modificare direttamente l’articolo 45 del decreto legislativo n. 81/2015.

Leggi qui l’articolo per intero

Continua a leggere
Apprendistato

Apprendistato: nota del ministero su trasformazione da terzo a secondo livello

tirocini-formativi-orientamentoIl 29 luglio scorso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali è intervenuto, tramite l’invio di una nota alle direzioni interregionali e territoriali del lavoro, in merito alla possibile trasformazione dei contratti di apprendistato di terzo livello sottoscritti ex articolo 5 del decreto legislativo n. 167/2011 in contratti di apprendistato professionalizzante secondo la normativa attualmente vigente.  Anche per gli apprendisti assunti ex articolo 5 del Testo Unico del 2011 che conseguiranno un diploma di scuola secondaria superiore la possibilità di vedersi trasformato il contratto in un rapporto di apprendistato professionalizzante secondo le condizioni fissate nel comma 9 dell’articolo 43 del decreto legislativo n. 81/2015 attuativo del Jobs Act.

 

Continua a leggere
Apprendistato Il commento

Il nuovo ponte tra scuola e lavoro

apprendistatoIl Jobs Act interviene, tra i vari temi, anche in materia di apprendistato, definendolo quello “speciale” contratto di lavoro a tempo “indeterminato” finalizzato alla formazione e alla occupazione dei giovani. Individua, quindi, in coerenza con l’impostazione della Legge Biagi, prima, del Testo Unico del 2011, poi, tre tipologie di percorsi formativi: l’apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e la specializzazione professionale, l’apprendistato professionalizzante e l’apprendistato di alta formazione e ricerca.

Continua a leggere
Apprendistato Senato Tirocinio

Tirocinio e apprendistato: il Ministro Poletti in Commissione Lavoro

Le-idee-sul-lavoro-del-ministro-Giuliano-Poletti_h_partbIn Senato, nella seduta di ieri della Commissione Lavoro dedicata all’affare assegnato sui canali di ingresso dei giovani nel mondo del lavoro (n. 789), il Ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, ha ripercorso la rapida evoluzione normativa che ha investito gli istituti del tirocinio e dell’apprendistato, nella consapevolezza della necessità di assicurare un corretto bilanciamento fra modalità differenti di regolazione dei rapporti di lavoro. Con riferimento allo strumento del tirocinio, è stato ricordato l’impegno nel definire linee guida per limitare l’uso improprio dell’istituto, arginando gli effetti negativi delle differenze nelle discipline regionali. Il Ministro ha ammesso che il riconoscimento di una cifra minima di 300 euro per il tirocinante ha finito per far confluire surrettiziamente il tirocinio verso le tradizionali forme di prestazione lavorativa.

Continua a leggere
Apprendistato Isfol

Isfol, XVI rapporto su apprendistato e infografica

tirocini-formativi-orientamento“La platea dei giovani assunti in apprendistato continua a ridursi, ma in compenso aumentano i giovani che completano i processi di formazione”. Ad affermarlo è il XVI Rapporto di monitoraggio sull’apprendistato Isfol, realizzato in collaborazione con l’Inps e per conto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. “Nel 2015 – prosegue – la variazione dello stock medio di apprendisti è pari a -8,1% rispetto all’anno precedente. Gli apprendisti in Italia ammontano a 410.213 lavoratori, il 13,6% degli occupati della fascia d’età 15-29 anni (contro i 446.227 del 2014, il 15,1% degli occupati 15-29enni). Il trend negativo appare legato all’introduzione dell’esonero totale dal versamento dei contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro per un triennio, concesso nei casi di assunzione con contratto di lavoro a tempo indeterminato (Legge n. 190/2014), che ha evidentemente reso meno appetibile l’apprendistato”.

Continua a leggere
Adapt Apprendistato Tirocinio

La generazione prigioniera di un eterno tirocinio

La Commissione Lavoro del Senato ha recentemente ottenuto dal Presidente Aldo Grasso l’assegnazione di uno specifico Affare sui canali d’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro: tirocini e apprendistato (Atto n. 789), in relazione al quale verrà discussa e approvata una risoluzione destinata al Governo nel corso delle prossime settimane. Sullo stesso tema, pubblichiamo a seguire l’articolo di Michele Tiraboschi e Francesco Seghezzi,  “La generazione prigioniera di un eterno tirocinio” uscito su Bollettino ADAPT.

Continua a leggere
Apprendistato

Apprendistato: il decreto ministeriale su criteri generali e standard formativi

Formazione-professionaleÈ stato pubblicato sulla G.U. n.296 del 21 dicembre il decreto 12 ottobre 2015 del Ministero del Lavoro, di concerto coi Ministeri dell’Università e dell’Economia, che ha definito gli standard formativi e i criteri generali per la realizzazione dei percorsi di apprendistato, in attuazione dell’art.46, co.1, D.Lgs. n.81/15, per le seguenti tipologie di apprendistato:
– apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore;
– apprendistato di alta formazione e di ricerca.

Scarica il testo del decreto ministeriale

Continua a leggere
1 2 3 7