Author Archives: Giancamillo Palmerini

DDL Madia Il commento

Concorsi e precari, il vero test per il piano Madia

È ripartito ieri al Senato, dopo il lavoro in Commissione, il viaggio della proposta del Governo Renzi – Madia per riformare (riorganizzare) la Pubblica Amministrazione italiana. Negli auspici del Governo si dovrebbe porre, in questo modo, un altro importante mattone per la costruzione della “Nuova Italia”, quella, insomma che uscirà dopo #lasvoltabuona impressa dal premier fiorentino al nostro paese.

Continua a leggere
Il commento

Contratti/ la “flessibilità” che può costare cara alle imprese

Nei giorni scorsi, con l’approvazione di una specifica circolare, il Ministero del Lavoro ha voluto confermare e rafforzare una specifica attenzione nel vigilare e contrastare quei comportamenti irregolari connessi all’attivazione dei cd “contratti rumeni”. Si segnala,quindi, agli imprenditori il rischio di sanzioni in caso di utilizzo di questi tipi di “servizi” che non rispettino la normativa in materia di somministrazione di lavoro.

Alcune agenzie di somministrazione di altri Stati membri dell’Unione europea, infatti, stanno proponendo alle nostre imprese il ricorso, tramite questa specifica forma contrattuale, di manodopera straniera, evidenziandone i forti vantaggi, anche di natura economica, di cui queste potrebbero beneficiare.

Continua a leggere
Il commento

Quei tirocini “fuorilegge” usati dalle Regioni

Come ormai ben noto con una raccomandazione dell’Aprile 2013 l’Unione Europea ha previsto l’istituzione di una “Garanzia per i Giovani” volta a garantire ai giovani con meno di 25 anni (il nostro paese ha previsto una deroga fino a 29) un’offerta qualitativamente valida di lavoro, di proseguimento degli studi, di apprendistato o di tirocinio o altra misura di formazione entro quattro mesi dall’inizio della disoccupazione o dall’uscita dal sistema di istruzione formale.
In particolare, vista anche la difficile situazione economica ed il rischio che si corre per cui l’offerta di lavoro da parte dei giovani rischia di rimanere complessivamente maggiore della domanda, il Piano italiano di attuazione del Progetto sottolinea come i tirocini possano rappresentare, in linea con le indicazioni comunitarie in materia, una prima modalità di ingresso nel mondo del lavoro.

Continua a leggere
Ammortizzatori sociali

Così l’INPS “blocca” Dis-coll, Asdi e Naspi

Il Jobs Act approvato nello scorso dicembre tratteggia un nuovo sistema di promozione e tutela del lavoro che incide sia sul versante delle politiche attive e passive che su quello del versante della disciplina dei rapporti di lavoro e della conciliazione delle esigenze di vita e di lavoro. Con particolare riferimento alle politiche passive, la legge delega stabilisce, tra i vari interventi, alcuni principi in materia di ammortizzatori sociali in caso di disoccupazione involontaria ai quali i successivi decreti attuativi si sono dovuti attenere. Tra questi vi sono quello della rimodulazione dell’ASpI, con l’omogeneizzazione della disciplina relativa ai trattamenti ordinari ed ai trattamenti brevi, rapportandone la durata alla pregressa storia contributiva del lavoratore, quello dell’incremento della durata massima della misura per i lavoratori con carriere contributive più rilevanti, quello dell’universalizzazione del campo di applicazione dell’ASpI, con estensione ai lavoratori con contratto di collaborazione coordinata e continuativa, e quello dell’introduzione di massimali in relazione alla contribuzione figurativa.

Continua a leggere
1 9 10 11